BIOGRAFIA CARDINALE TEODOLFO MERTEL

 

L' illustre porporato nacque ad Allumiere il 6 febbraio 1806 da Isidoro Mertel panettiere bavarese, il piccolo Teodolfo ricevette la prima istruzione presso i frati cappuccini che avevano un convento in Tolfa, dove aveva sede la scuola parrocchiale di Allumiere. Il 16 luglio 1828 a Roma conseguiva la laurea in"utroque iure" e nel giugno 1831veniva iscritto nell'albo degli avvocati della curia romana, divenendo in seguito nel 1833 giudice supplente presso il tribunale dell' uditore della camera.

 

Dopo il conseguimento della laurea esercita l' avvocatura a beneficio del paese natio e ricopre l' ufficio di prefetto della congregazione di San Ivo un istituto romano sorto per la difesa gratuita dei poveri da parte di avvocati e procuratori. Nel 1847 fu' uditore della rota. Nei primi anni del pontificato di Pio IX ricopri l' ufficio di segretario della commissione per la preparazione dello statuto fondamentale dello stato della chiesa, nel 1850 era ministro senza portafoglio. Nel 1853 assolve all' incarico di ministro dell' interno e di grazia e giustizia.

 

                   CIRCOLARE DEL MINISTERO DELL' INTERNO CON FIRMA AUTOGRAFA(A.P.)

Nel 1858 pioIX lo eleva alla porpora cardinalizia, non essendo sacerdote e non potendo quindi celebrare messa era solito partecipare a quella del suo segretario, il futuro card. Gasparri uno degli artefici della conciliazione con lo stato Italiano. Ormai cardinale espleta altri delicati incarichi segretario dei memoriali quindi segretario dei brevi e infine nel 1864 vice cancelliere di S.R. chiesa. Negli ultimi anni di vita amava trascorrere i mesi estivi nel paese natio dove morirÓ' l'11 luglio 1899.

 

  TOMBA DEL CARD. MERTEL SUL MONTE DELLE GRAZIE (foto anni 30)

 

Nei mesi di riposo estivo nel natio paese e a contatto con la sua gente che amava profondamente, dettava "le memorie storiche sull' Allumiere" nel intento di completare il modesto ma documentato lavoro da lui pubblicato anonimo nel 1835 presso la tipografia stranbi di Civitavecchia  "Cenni istorici sulle miniere delle Allumiere".

 

                           IL LIBRO PUBBLICATO ANONIMO NEL 1835 (Archivio Pierantoni Allumiere)                      

La casa dove stava quando era ad Allumiere e dove e' morto la lapide che si vede e' stata posta dal comune di Allumiere nel centenario della morte

 

Vedi articolo apparso sul NEW YORK TIMES pubblicato in occasione della morte Luglio 1899 formato PDF

 mertelanziano2.jpg (5531 byte)

 

Il cardinale ormai anziano in una foto del 1894

stemma mertel.jpg (10446 byte)

 

Lo stemma cardinalizio

 

 certificato mertel.jpg (18947 byte)

 

mertelpincio.jpg (33742 byte)

Il certificato elettorale per le votazione del 1897   Una rara foto del cardinale ad  Allumiere con parenti 1895

 

Testo liberamente tratto da "Teodolfo Mertel un tale che fece qualche studio sulle cose antiche di codesti monti" Notiziario Ass.archeologica"Adolfo klitsche de la grange" Allumiere 1984

 

LA CAUSA GIORGI SI PROTRASSE PER 60 ANNI TUTTO QUESTO FACEVA RIFERIMENTO AI FATTI DEL 1799 CHE RACCONTIAMO IN ALTRA PAGINA ED AI DANNI SUBITI IN QUELL' OCCASIONE. LA PARTE FINALE DELLA CAUSA FU' SEGUITA DAL MERTEL.(Archivio Pierantoni)

 

SE VUOI VISITARE LA MIA RACCOLTA DI DOCUMENTI ORIGINALI SUL CARD. MERTEL CLICCA QUI'

 

SE VUOI CONOSCERE IL PAESE DI ALLUMIERE CLICCA QUI'